Lettera a una Studentessa di “Medicina”, Margherita La ScienziaH..

La “studentessa” di medicina, perentoriamente, mi domanda: “LEI È UN MEDICO? LEI CHE QUALIFICA POSSIEDE?

Le qualifiche hanno, da moltissimo tempo, ormai perso il valore che oltre cento anni fa possedevano nel mondo accademico e civile. Oggi, più di ieri e soprattutto in Italia, continua a sopravvivere il luogo comune che una persona che ha studiato (non solo medicina), si è laureata, ha fatto le sue centinaia di master, ha pubblicato e quanto altro possa essere una persona idonea a servire la società civile nel migliore dei modi.

Non è così.

Scordatevelo, soprattutto se non hanno mai studiato né applicato i fondamenti dell’Ecologia alle conoscenze, abilità e competenze acquisite durante i corsi di studio e la pratica clinica.

A proposito di “immunità di gregge”

Signorina (?), lei definisce il mio un “bel discorso” chiedendomi se sono un immunologo: forse non ha mai studiato la vera storia della microbiologia (per le mie considerazioni non ho bisogno di far ricorso all’immunologia!) sulle cui distorsioni, operate già cento anni fa, si sono formati (e si continuano a formare) supinamente milioni di studenti e medici in tutto il mondo.

Cita (SIC!) in modo casuale uno studio sull’immunità di gregge che sarebbe stata acquisita dalle donne vaccinate per il Papilloma virus senza attribuire ad esso (anzi ignorandolo del tutto) il peso dei grandissimi numeri, oltre che delle variabili prese in considerazione (in tutti gli studi modello “fake study” si possono contare sulle dita di una mano) che sono i soli a dimostrare in maniera inequivocabile l’esistenza di un fenomeno e la sua correlazione con un intervento farmacologico.

Signorina Margherita – Dal film: Mamma mia, che impressione!

La “herd immunity“, termine coniato da Hedrich, si riferiva all’acquisizione dell’immunità naturale verso una malattia solo dopo che i soggetti l’avevano contratta; successivamente i sostenitori delle vaccinazioni ne hanno deformato il senso distorcendolo e trasformandolo in una credenza popolare usatissima ancora oggi per convincere i dubbiosi e gli ignoranti a vaccinarsi e a far vaccinare.

L’immunità di gregge di Hedrich (quella vera) ha un senso ed è spiegabile, intuibile, dimostrabile;

l’immunità indotta dalle vaccinazioni non è altro che una pretestuosa ed effimera sovrastimolazione del sistema immunitario indotta bio-chimicamente – anche attraverso gli adiuvanti – a produrre anticorpi che di specifico non possiedono niente e che possono trovarsi davanti a contesti ecologici in cui il patogeno può essersi differenziato, può aver lasciato il postoad altri patogeni più aggressivi, può “essere stato costrettoa circolare forzatamente all’interno di popolazioni altamente vaccinate (come sta succedendo nei classici outbreaks), oppure quando l’organismo si comporta come no-responder per il semplice fatto che il suo profilo genetico-immunitario non riconosce le proteine presenti nei vaccini e non produce anticorpi.

L’immunologia attuale, che viene gestita con criteri meramente commerciali, ignora volutamente le conoscenze relative ai fisiologismi che regolano i rapporti di equilibrio fra le forme viventi e l’ambiente inteso nella sua accezione più ampia (interno-esterno) ed è figlia degenere di una concezione della medicina che a definire “basso-medievale” non si sbaglia.

Signorina, mi ascolti: sui vaccini e sui danni da vaccino studi moltissimo e approfondisca; non si fermi ai racconti dei suoi “insegnanti”; prenda coscienza del fatto che esistono studi scientifici e scandali sanitari che non possono più passare inosservati; che la gente si istruisce e si informa ogni giorno di più e gestisce in modo sempre più autonomo la propria salute; che esiste una professione medica sempre meno credibile a causa dei livelli di ignoranza che la caratterizzano…Lasci stare la pseudo-scienziaH che viene dispensata nella sua università!

Buona Fortuna Signorina Margherita!!! Post scriptum: dimenticavo, legga questo:http://autoimmunityreactions.org/2016/06/14/herd-immunity-il-falso-storico/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *